Camera del Giardino

Paradiso di tranquillità

Deliziosa è questa la parola che meglio la descrive.

Ampia e ben areata, anticamente la camera del giardino era la casa del fuoco, qui anticamente veniva prodotta la ricotta di pecora per le colazioni della mattina e i formaggi.

Oggi di quei profumi e del sapore di legna sono rimaste solo le affumicature su qualche pietra restaurata.

Il giardino ombreggiato dagli alberi di carrubo, ulivi e da una palma dattilifera ne è parte integrante. La sua porta finestra, di fronte alla fontana dell’acqua dove crescono i fior di Loto, è un affaccio sul paradiso, qui dal gelso rosso cinguettano cardellini, capinere, tortore e cinciallegre.